Dimagrire con il Semaglutide

visibility207 Views comment0 Commenti list In: DImagrire

Meccanismo d'Azione

I GLP-1 RA mimano l'azione dell'ormone incretinico endogeno GLP-1, che viene secreto dalle cellule L intestinali in risposta all'ingestione di nutrienti. Il GLP-1 esercita i suoi effetti legandosi al recettore GLP-1 (GLP-1R), un recettore accoppiato a proteine G espresso in vari tessuti, tra cui le cellule beta pancreatiche, il sistema nervoso centrale e il tratto gastrointestinale.

Gli effetti chiave dell'attivazione del GLP-1R includono:

  • Aumento della secrezione di insulina: I GLP-1 RA stimolano il rilascio di insulina glucosio-dipendente dalle cellule beta pancreatiche, abbassando così i livelli di glucosio nel sangue.

  • Diminuzione della secrezione di glucagone: Sopprimono la secrezione di glucagone dalle cellule alfa pancreatiche, contribuendo ulteriormente al controllo glicemico.

  • Ritardato svuotamento gastrico: I GLP-1 RA rallentano lo svuotamento gastrico, portando ad un aumento della sazietà e una riduzione dell'assunzione di cibo.

  • Effetti sul sistema nervoso centrale: I GLP-1 RA agiscono sull'ipotalamo per regolare l'appetito e il dispendio energetico.

Efficacia Clinica nell'Obesità e Oltre:

Gli studi clinici hanno dimostrato una significativa perdita di peso e un miglioramento del controllo glicemico con i GLP-1 RA in individui con obesità e diabete di tipo 2. In particolare, gli studi SUSTAIN e LEADER con semaglutide e liraglutide, rispettivamente, hanno mostrato riduzioni negli eventi cardiovascolari avversi maggiori, evidenziando i benefici cardioprotettivi di questi agenti.

Applicazioni Terapeutiche Emergenti

  • Steatoepatite non alcolica (NASH): I GLP-1 RA si sono dimostrati promettenti nel migliorare gli enzimi epatici e ridurre la steatosi epatica nei pazienti con NASH.

  • Malattia renale cronica (CKD): Gli studi suggeriscono che i GLP-1 RA possono rallentare la progressione della CKD negli individui con diabete di tipo 2.

  • Malattie neurodegenerative: Le prove precliniche suggeriscono potenziali effetti neuroprotettivi dei GLP-1 RA, che giustificano ulteriori indagini in condizioni come il morbo di Alzheimer e il morbo di Parkinson.

Direzioni Future

  • Formulazioni orali: Lo sviluppo di GLP-1 RA orali mira a migliorare la comodità e l'aderenza del paziente.

  • Terapie combinate: La combinazione di GLP-1 RA con altri agenti anti-obesità può offrire effetti sinergici.

  • Nuovi agonisti del GLP-1R: La ricerca è in corso per sviluppare agonisti del GLP-1R con maggiore efficacia, durata d'azione più lunga e minori effetti collaterali.

Conclusione

I GLP-1 RA rappresentano un importante passo avanti nella gestione dell'obesità e dei disturbi metabolici correlati. I loro effetti pleiotropici si estendono oltre il controllo glicemico per comprendere la cardioprotezione, i potenziali benefici nella NASH e nella CKD e le possibili proprietà neuroprotettive. Gli sforzi di ricerca e sviluppo in corso promettono di ampliare ulteriormente le applicazioni terapeutiche dei GLP-1 RA e migliorare i risultati per i pazienti.

Vuoi scoprire se è consigliabile il farmaco nel tuo caso? Rispondi a poche semplici domande e ti contatteremo

Scopriamo insieme se possiamo aiutarti nel tuo percorso. Rispondi ad alcune domande rapide che ci aiuteranno a capire meglio le tue esigenze e a valutare come possiamo supportarti al meglio.

Ogni grande cambiamento inizia con un piccolo passo. Compila il questionario

Domenica Lunedì Martedì Mercoledì Giovedì Venerdì Sabato January February March April May June July August September October November December
Come possiamo aiutarti?